Rocco Siffredi sembra non resistere alle curve mozzafiato e provocanti della bella Cristina Buccino, che sull’Isola dei Famosi non perde occasioni per mostrare la sua effervescente sensualità.

Non esente da questo fascino e bellezza è Rocco Siffredi, il pornoattore più famoso dello Stivale. La sexy naufraga, infatti, continua a stuzzicare Rocco, sin dal primo momento in cui ha messo piede sull’isola. I due sembrano sempre più vicini: si scambiano battutine, sguardi ricchi di complicità e, ogni momento è buono per regalarsi qualche abbraccio.

In realtà, secondo alcuni, Cristina Buccino sarebbe maggiormente interessata ad Alex Belli, anche se la sensuale Cristina non nasconde di certo la sua particolare simpatia per l’ex pornodivo. Rocco, infatti, oltre alla fame fisica che si fa sempre più insistente, a causa della scarsità di cibo sull’isola, sente anche molto la mancanza di sesso. Il richiamo erotico di Cristina, sicuramente, non spegne i bollori di Siffredi, anzi, li accende ogni qualvolta si presenta l’occasione di contatto tra i due.

Infatti, in sua presenza, come si può notare da alcune riprese, Rocco mostra degli strani “gonfiori” nelle parti basse: d’altronde, dopo tanti giorni passati su un’isola deserta, tra stenti e continue prove, è normale che Rocco possa sentire la mancaza di sesso. A ribadire questa voglia incontrollabile di cui sarebbe “vittima” Rocco è anche Ana Laura Ribas, sulle pagine di Novella 2000. Ecco quanto scrive: “Il fuoco divampa dentro i costumi degli scostumati. Si sa, la fame erotica la fa da padrona sull’Isola e, così, tra i naufraghi è, così entrato in scena l’erotismo-amico.

La Ribas, continiua, dicendo inoltre che “Rocco Siffredi sta li buono con le sue mutandone, mettendo in mostra l’attrezzatura del suo mestiere, anche se pure lui patisce la sensualità della nuova arrivata Cristina Buccino. Infatti non fa altro che sottolineare quanto lei sia sexy quando si tocca le labbra con la lingua (…) Per l’ex valletta di Carlo Conti ormai i naufraghi hanno perso la bussola“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento