Nel bel mezzo di una lezione a scuola, ci si può ritrovare con un pezzo di soffitto sulla propria testa. Sembra incredibile, ma è così. E’ accaduto questa mattina a Pescara. Il luogo in questione, nello specifico, è riconducibile all’Istituto alberghiero Filippo De Cecco. Andava tutto bene finché non si è staccata una parte di intonaco dal solaio di un’aula e si è verificato il crollo di un pezzo di soffitto, piombato dritto sulla testa di due studenti.

Per fortuna i due hanno riportato solamente lievi contusioni ed abrasioni. Successivamente all’accaduto, l’Istituto è stato, chiaramente, evacuato in via precauzionale.

Di seguito vi proponiamo la testimonianza di un professore di Educazione Fisica, Francesco Rizzo, presente in quei momenti: In questa scuola ogni giorno si rischia per la nostra incolumità. Stiamo parlando di un complesso dove ci sono oltre mille studenti e di una struttura che, probabilmente, non so se sia in grado di contenere un numero così grande di ragazzi. Fortunatamente oggi é andata bene, ma io credo che si debba capire perché è accaduto questo crollo. Intorno alle 10.30 stavamo facendo lezione quando abbiamo sentito il triplice suono della campanella per l’evacuazione immediata della scuola. All’inizio c’è stato panico e confusione perché non sapevamo cosa fosse accaduto di preciso. Pensavamo ad una esercitazione antincendio e invece, poi, abbiamo saputo che c’era stato il crollo dell’intonaco dal soffitto di una classe e che due studenti erano rimasti leggermente feriti. Ora non sappiamo molto. Nelle prossime ore sul sito della scuola ci comunicheranno se e quando si potrà tornate in classe, se già da domani oppure no”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento