L’avversario dell’Inter in Europa League si chiama Celtic. La sfida tra le due squadre, su andata e ritorno, varrà l’accesso agli ottavi di finale della seconda competizione continentale. Primo atto domani sera al Celtic Park di Glasgow, ore 21:05.

Questo, però, lo sapevamo già dal giorno del sorteggio effettuato nel dicembre scorso. Non tutti, però, sanno che nella squadra scozzese milita un vero tifoso nerazzurro. Risponde al nome di John Guidetti, attaccante giramondo, attualmente in forza agli scozzesi d’oltremanica. Lo svedese, di chiare origini italiane, ha confessato, senza mezzi termini, il suo amore per l’Inter. E’ la squadra per cui ha sempre tifato sin da bambino. Inoltre, uno svedese come lui non può non idolatrare un grande campione come Zlatan Ibrahimovic. Un ringraziamento va anche a mister Roberto Mancini, colui che ha fatto debuttare Guidetti in prima squadra ai tempi del Manchester City.

Ha ribadito tutto ciò nel corso di un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport. Queste le sue parole odierne: “Quando ero piccolo tifavo Inter, avevo anche la maglia nerazzurra. Sono svedese ed a Milano, all’epoca, c’era Zlatan Ibrahimovic. Sono stato a San Siro per lui. Una volta addirittura ho rischiato di passare all’Inter. Avevo più o meno 13 anni. Mi hanno portato a Milano e mi sono allenato. Ho anche giocato una partitella contro un ex leggenda del club, credo che fosse Beppe Baresi. Ringrazierò per sempre Mancini. Lui mi ha fatto debuttare in prima squadra e mi ha consigliato di andare in prestito al Feyenoord. Era giusto così: in Olanda ho vissuto la mia stagione migliore. E’ un fuoriclasse anche da allenatore, così com’era da giocatore”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento