Gigi Sabani

Sono trascorsi 8 anni dalla morte di Gigi Sabani, morto per  un infarto all’età di 54 anni, il figlio Simone parla della prima volta di suo padre e lo fa con le lacrime agli occhi.

Impossibile non potersi commuovere davanti alle sue parole che descrivono un grande uomo prima che artista.

Simone Sabani non ha nessun rancore nei confronti del padre, anche se dopo il divorzio dei suoi genitori si è sentito abbandonato: “Ho vissuto la separazione di mia mamma e mio padre come farebbe ogni bambino ,ha raccontato a Domenica Live .Ho vissuto inizialmente con mia madre che non ha mai fatto passare per cattivo mio padre. E’ stata un’assenza, quella di mio padre, che mi è pesata e come tutte le assenze può portare all’autodistruzione. La mia era quella del mangiare. Mangiavo in maniera nevrotica, chiuso in casa”.

Con gli anni la situazione è andata migliorando  e Simone ha iniziato a sentire il padre come un “amico”.

Poi quella brurra telefonata, il 4 settembre del 2007, che lo ha fatto sentire di nuovo solo: “Quella sera uscii dopo due mesi che ero chiuso in casa perché era morta una zia per un tumore al cervello poco tempo prima,ha spiegato commosso.Una telefonata di un’altra zia mi avverte che mio padre era morto. All’inizio pensai a un incidente stradale e invece era un infarto. Quando sono arrivato c’erano tutti, giornalisti compresi, e allora già mi chiesero se ci fossero stati errori del medico. Io non faccio analisi mediche post mortem, ma anche se c’è stato davvero un errore fare polemica adesso è inutile”.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento