Il film perduto DisneyUn film della mitica casa cinematografica Walt Disney è stato recentemente trovato, dopo che si pensava fosse andato perduto per sempre, in un posto molto improbabile: una libreria in Norvegia, vicino al Circolo Polare Artico.

“Oswald the Lucky Rabbit” della Disney

Il film del 1927 si chiama “Empty Socks” e vede come protagonista Oswald the Lucky Rabbit, un personaggio creato da Disney e Ub Iwerks prima ancora di Mickey Mouse. È stato anche il primo film di Natale mai realizzato dalla società ed è stato trovato nella Biblioteca Nazionale Mo i Rana di Norvegia.

Il film Disney digitalizzato

La biblioteca nordeuropea aveva digitalizzato il film. “All’inizio, non sapevamo che era un tesoro cinematografico perduto,” ha detto Kvale Soerenssen, un’archivista della biblioteca in una dichiarazione tradotta dalla AFP. “Il film è stato inserito in due bobine che non sono state chiaramente etichettate”. In primo luogo hanno pensato che si potesse trattare di un film di Felix the Cat, poi, lo scrittore / storico animatore David Gerstein ha detto un film della Disney mancante potesse trovarsi nella loro collezione. Qui la biblioteca norvegese si è resa conto di aver scoperto il tesoro perduto.

Una copia è stata spedita alla Disney

Il film è stato probabilmente in mano a privati ​​in Norvegia prima di essere inviato alla Norwegian Film Institute, che a sua volta ha inviato la pellicola alla biblioteca, come riferito dalla AFP. L’unico altro filmato noto con il nome di “Empty Socks” è un segmento di 25 secondi conservato al Museum of Modern Art di New York. La biblioteca ha detto che il film completo dura circa 5 minuti e 30 secondi e che ne mancherai circa un minuto. Una copia della versione digitalizzata è stata inviata alla Walt Disney Company, mentre l’originale rimarrà in biblioteca. Insieme a “Empty Socks” la biblioteca ha anche trovato una copia di un altro film di Oswald, “Tall Timber” realizzato nel 1928, che è uno degli ultimi film di Oswald realizzati da Disney e Iwerks.

Cosa ne pensi? Lascia un commento