Finalmente, ecco l’atteso ritorno di Metal Gear Solid. Se non avete già visto la demo su You Tube del nuovo titolo Ground Zeroes, dovete assolutamente farlo. Il nuovo gioco di Hideo Kojima mostra una grafica incredibile, risultato del Fox Engine, con motion capture fotorealistiche e sapienti effetti di luce. L’idea d’inserire il gameplay stealth in una meccanica Open World (alla GTA) sembra destinato a rivoluzionare per sempre il mondo dei videogiochi. Noi eravamo presenti per assistere al lancio di questa rivoluzione. Durante conferenza stampa in occasione del 25° anniversario di Metal Gear e una festa presso l’elegante complesso Midtown di Tokyo, Kojima ha annunciato numerose novità, tra cui un film di Metal Gear, il gioco per smartphone MGS: Social Ops, uno scontro contro il boss Metal Gear RAY in Revengeance e una serie di nuovi prodotti per il merchandise. Quando sembrava che lo spettacolo fosse finito, Kojima ha proclamato: “Rendere l’impossibile possibile: è questo lo spirito di Kojima Productions. E ora vorrei mostrarvi un accenno del futuro: il Fox Engine”. Il Boss Sotto stretta sorveglianza (niente foto, video, o tweet), assicurata in tutta la stanza dallo staff Konami in nero, gli schermi sono graziati dalla prima rivelazione di Metal Gear Solid: Ground Zeroes. La domanda più ovvia, sulla bocca di tutti gli invitati alla sontuosa festa, mentre si gettano su sorprendenti canapè, involtini primavera simili a sigari e insalate ‘in maschera’, è se il personaggio principale sia Big Boss. La demo lo presenta semplicemente come ‘Snake’ e il PR giapponese di Konami non rilascia alcun commento in merito. Con un abbigliamento mimetico, una benda sull’occhio e gli stemmi Fox e Militaires Sans Frontières sulle braccia, somiglia decisamente a un invecchiato Big Boss di Peace Walker, titolo PSP ambientato nel 1974 che vi perdoneremo di aver eventualmente mancato. La barba è striata di grigio, mentre a un certo punto una voce sconosciuta all’altro capo del codec ironizza: “L’età non ti ha rallentato”. Sembra dunque che Ground Zeroes sia ambientato negli anni ’70, o all’inizio degli ’80. È qui che il dubbio si insinua. El Chico Il ragazzo nella gabbia, a cui all’inizio della demo viene offerto un Walkman, è identificato dal traduttore di Kojima due giorni più tardi, in occasione del PAX (quando Ground Zeroes si è rivelato al resto del mondo), come Chico, soldato MSF che Snake dovrà salvare, così come Paz, dal Camp Omega, prigione segreta americana a Cuba. In Peace Walker, Chico ha 12 anni, età che non sembra aver superato. Ma se Chiio non e ‘ invecchiato, Vi perche Big Boss . avrebbe dovuto? Il. gioco potrebbe ^ i ol.l.oc arsi subito dopo il. i ‘ . precedente, ma se così fosse, uno Snake più vecchio è davvero chi pensiamo che sia? E ancora, si tratta davvero di Chico? Il traduttore lo ha affermato, ma non Kojima. I fan lo hanno più volte identificato come Raiden, Solid Snake e come uno dei cloni di Solid, Solidus o Liquid. In questo caso, si tratterebbe comunque di Big Boss? A Kojima piace provocare i giocatori lanciando indizi sufficienti da suscitarne l’interesse, senza però uscire allo scoperto: riferendosi al protagonista come ‘Snake’ segue nuovamente questa strategia. “I videogiochi erano un semplice giocattolo”, ha dichiarato durante l’evento di Tokyo. “Ma si sono evoluti, acquisendo la nuova forma d’intrattenimento digitale. Attendete con ansia la prossima mossa di Kojima Productions”. Come se già non lo stessimo facendo!

Cosa ne pensi? Lascia un commento