Una mola da banco offre la possibilità di effettuare un gran numero di operazioni importanti, come ad esempio la sbavatura, la sagomatura e la rifilatura. Rispetto alla destinazione, quindi, ci sono diversi modelli presenti sul mercato: bisogna orientarsi in base al tipo di lavoro che deve essere effettuato, visto che cambia non solo la mola, ma anche il diametro e tante altre caratteristiche.

Per acquistare una mola da banco che possa rispondere a tutte le proprie esigenze ci sono diverse soluzioni, ma le piattaforme online che offrono prodotti di qualità sono numerose. Tra le altre c’è anche fbingros.com, che offre la possibilità di trovare un gran numero di modelli di mola da banco. Non solo grande qualità nei materiali utilizzati per la costruzione, ma anche un’ampia varietà di modelli, in modo tale da soddisfare ogni tipo di esigenza. Non solo, dal momento che anche i prezzi sono decisamente vantaggiosi e spesso ci sono offerte da cogliere al volo.

Mola doppia, mola mista e mola da affilatura

La mola da banco doppia si caratterizza per essere formata da due mole: ciascuna di esse viene applicata sul medesimo asse e, di conseguenza, con identica velocità. C’è la possibilità di effettuare un’operazione di rifilatura con una mola e poi provvedere alla sagomatura con la seconda.

Un altro modello particolarmente diffuso di mola da banco è senz’altro la mola mista. Quest’ultima, infatti, può contare sulla presenza di due dispositivi differenti che riescono a soddisfare le varie esigenze. La velocità può essere uguale o meno per questi due sistemi.

Grazie alla mola mista c’è la possibilità di sfruttare in combinazione varie funzionalità. Ad esempio si può sagomare e intanto affilare ad acqua, oppure effettuare la molatura e intanto provvedere all’affilatura a secco. Altrimenti, si può scegliere la sbavatura e, intanto, la spazzolatura, oppure sagomatura su nastro abrasivo e, in contemporanea, eseguire la levigatura.

Infine, la mola da affilatura si caratterizza per essere sfruttata soprattutto per tutte quelle operazioni molto più specifiche di affilatura. Infatti, è in grado di mettere a disposizione sia un livello di velocità e che una mola che sono perfette per soddisfare tali esigenze.

Perché è importante valutare il colore della mola

Il colore della mola sta a indicare la natura delle operazioni di molatura. La decisione circa il colore che deve avere la mola abrasiva ha come scopo quello di indirizzarsi sulla natura delle operazioni di molatura. La decisione circa la grana della mola va anche a stabilire il grado di finezza che caratterizza la molatura.

Cerchiamo di capire, quindi, quali siano i collegamenti con i diversi colori. Partiamo dal marrone, che sta a significare una mole che serve per eseguire degli importanti lavori di rifilatura. Il colore grigiastro sta a indicare che la mola può essere utilizzata per effettuare la molatura di acciai comuni. Se la mola abrasiva è bianca, allora si può sfruttare per affilare gli attrezzi; infine, in caso di mola verde, che viene creata in carburo di silicio e che serve in modo particolare ad affilare, in modo decisamente fine, le lame, ma anche delle punte di trapano oppure degli utensili di carburo.

È chiaro che il colore è un aspetto molto importante da tenere in considerazione, ma è necessario valutare come gran parte delle mole abbia un funzionamento a secco. Però, per l’affilatura fine, serve una mola ad acqua. È fondamentale sottolineare, inoltre, come la superficie della mola debba essere sempre dritta. In ogni caso, si possono acquistare degli specifici strumenti di raddrizzamento che consentono di impostare la mola secondo le proprie esigenze. Un altro aspetto molto importante che deve essere tenuto in considerazione è certamente quello di evitare, se possibile, di non molare i metalli teneri, dal momento che hanno la tendenza poi a lasciare un bel po’ di sporco sulla mola stessa.