Silvia Provvedi difende a spada tratta Fabrizio Corona che si è rimesso nei guai.

Si vociferava in passato che la storia tra una delle gemelle del duo Le Donatella, Silvia Provvedi e Fabrizio Corona era finita ma da come la ragazza ha difeso l’ex paparazzo si deduce che i pettegolezzi erano infondati.

“Fabrizio non è un poco di buono e io non sono una stupida. Se davvero il mio uomo fosse come lo raccontano non sarei qui. Dalle vicende legali saprà difendersi. Io posso parlare della storia umana ed è una storia sporca”.

Silvia Provvedi parla per la prima volta dopo che Corona è stato arrestato di nuovo ed è pronta a tutto pur di difendere il suo uomo e il suo amore un po’ troppe volte preso di petto. La ragazza ha rilasciato un’intervista al settimanale Chi e, oltre a difendere l’uomo, se la prende anche con chi ha sparato a zero in tv solamente per invidia e perché il loro desiderio era di essere come lui.

Nell’intervista parla anche del trauma che c’è stato al momento dell’arresto di Fabrizio:

“Eravamo in palestra e Fabrizio non si è sentito bene. Sono andata in farmacia e dopo un po’ mi raggiunge bianco in faccia affermando che fra due ore si doveva consegnare per essere poi arrestato. Gli ultimi minuti li ha passato con suo figlio Carlos tra le sue braccia. Una scena che non dimenticherò mai”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento