Oggi vedremo come si prepara un ciambellone rustico.

Il ciambellone rustico è facile da preparare ed è gustoso. E’ la classica ricetta “svuotafrigo” nel senso che si possono cambiare gli ingredienti in base a quello che si ha in casa. Ecco la ricetta e gli ingredienti che ci vogliono.

Ingredienti per 12 persone:

  • 500 g si farina tipo 00;
  • 210 ml di latte fresco;
  • 1 cubetto di lievito di birra;
  • 3 uova;
  • 2 cucchiaini di zucchero;
  • Semi di papavero o sesamo;
  • 300 g di caciocavallo;
  • 300 g di prosciutto cotto a dadini;
  • 300 g di pancetta a dadini;
  • Timo;
  • Olio e sale.

Per fare la pasta lievitata in questa ricetta si userà il latte al posto dell’acqua per dare all’impasto un retrogusto di panbrioche, quindi non molto saporito, visto che ci sono gli ingredienti che già lo sono. Iniziamo con il procedimento.

Riunite la farina in una ciotola, aggiungete 150 ml di olio, lo zucchero, un pizzico di sale e le uova. Sciogliete il lievito in 200 ml di latte tiepido, quindi unitelo al composto di farina e uova e iniziate a impastare.

Trasferite l’impasto su una spianatoia e continuate a lavorarlo per altri 10 minuti fino a ottenere un panetto morbido.

Trasferite il panetto nella ciotola, con un coltello praticate un taglio a croce sulla superficie, copritelo con un canovaccio e lasciatelo lievitare per un’ora e mezza in un luogo caldo e asciutto.

Nel frattempo tagliate a cubetti il formaggio. Quando il panetto sarà raddoppiato trasferitelo di nuovo nella spianatoia e stendetelo con un mattarello cercando di dargli una forma rettangolare.

Distribuite sopra la pasta il caciocavallo, il prosciutto cotto e la pancetta. Condite con un filo di olio e aromatizzate con il timo, quindi arrotolate la pasta su se stessa dal lato più lungo.

Ungete uno stampo a ciambella e sistematevi all’interno la pasta ripiena. Spennellate con il latte rimasto, spolverizzate con i semi di papavero o di sesamo e cuocetela in forno già caldo a 180° per 40 minuti. Il vostro ciambellone rustico è pronto per essere gustato.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento