“Credo sia necessario raccontarvi l’allucinante retroscena dell’incontro molto allegro di ieri tra me e Gianni Morandi, perché racconta bene alcune cose. La parola ignoranza, prima di tutto…”

Così ha esordito Selvaggia Lucarelli nel post che ha pubblicato ieri su Facebook, raccontando la spiacevole vicenda che le è successa nel famoso locale “Ricci” di Milano, i cui proprietari sono Bastianich e Belen Rodriguez insieme ad altri due ristoratori, Luca Guelfi e Simona Miele.

Tutto è successo quando ieri Gianni Morandi e Selvaggia Lucarelli avevano deciso di incontrarsi nel suddetto locale per chiarire di persona l’equivoco che si era creato circa una foto di Morandi su Instagram, che la Lucarelli aveva commentato in modo ironico.

Dopo essere entrati nel ristorante insieme ad un amico ed aver bevuto un caffè, una cameriera molto imbarazzata si è avvicinata al tavolo chiedendo ai tre di allontanarsi dal locale.

Morandi naturalmente ha subito chiesto spiegazioni e la ragazza, in preda al panico, risponde che la direzione ha preso questa decisione, in quanto non era gradita la presenza della Lucarelli.“Vabbé Gianni dai, la direzione sarebbe Belen in questo caso. Bastianich è un mio amico, qualcuno l’avrà avvisata al telefono che ero lì”- risponde Selvaggia.

Così i tre escono basiti dal locale e Gianni saluta dicendo:

Bene, quindi i caffè sono offerti come minimo. Arrivederci!

La vicenda non si è chiusa qui, infatti il Codacons afferma che sarebbe stato violato l’art. 187 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza,  secondo il quale gli esercenti non possono rifiutare le prestazioni del loro servizio senza un legittimo motivo.

Inoltre, Luca Guelfi, uno dei quattro soci del locale, ha rincarato la dose su Instagram, peggiorando ancora di più la già pessima figura del ristorante:

“Cara Selvaggia Lucarelli capisco il tuo rancore per il rimbalzo di ieri e ti ringraziamo per aver scritto e detto .. “Che tanto non ci avresti più messo piede dentro questo schifo di locale”. Cercheremo di sopravvivere comunque”.

 

 

 

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento