Siamo in Ungheria, dove una spiritosa giornalista ha perso il lavoro a causa di un poco spiritoso sgambetto ai danni di un profugo in fuga.

Si tratta di un video di pochi secondi. Circa 10 secondi di riprese in cui si vede un gruppo di profughi che scappa dalla polizia. Nulla di più. Eppure questo filmato ha già fatto il giro del web. Perchè in quei pochi attimi di riprese una delle giornaliste inquadrate dalla telecamera ha pensato bene di allungare una gamba e fare un simpaticissimo scherzo ad uno dei profughi, facendolo inciampare e cadere malamente.

Ma chi è la giornalista? E chi sono i profughi che corrono?

Le malcapitate vittime della donna sono degli immigrati che, al confine con la Serbia, cercano di raggiungere Budapest contando solo sulle proprie gambe. E, ovviante, devono anche dribblare con maestria le file di poliziotti, il cui unico compito è proprio quello di bloccare qualunque migrante si pari davanti a loro.

La giornalista, invece, è Petra Lazlo, inviata dell’emittente locale N1TV. Al momento del fattaccio stava lavorando proprio per ottenere materiale per i suoi datori di lavoro. Ed evidentemente ha pensato bene di distrarsi un po’ e rendere più leggero il lavoro infilando sgambetti come non se ne vedevano dai tempi di FIFA 2000.

Stando a quanto dicono i presenti, la cara Petra ha più e più volte messo i bastoni fra le ruote, letteralmente, ai profughi, i quali hanno avuto la straordinaria fortuna nonchè l’immenso onore di conoscere da vicino le scarpe della giornalista.

Solo dopo diversi sgambetti le prodi gesta della temeraria giornalista sono state immortalate, dalla telecamera di un collega tedesco, che ha realizzato il video poi ampiamente diffusosi su internet. Video divertentissimo, in cui si vede la Lazlo che con maestria mette la gamba proprio davanti ad un uomo che correva, facendolo rotolare in avanti. Che dire, degno dei migliori filmati di Paperissima & Co.

Tramite la pagina Facebook, la TV per cui lavora la donna fa sapere che ““Il contratto di lavoro dell’operatrice è stato reciso con effetto immediato“, per la gioia di tutti coloro che si erano indignati di fronte al filmato. Insomma, la povera Petra è stata licenziata in tronco, soltanto perchè si era voluta divertire un po’.

Certo, si è divertita sulla pelle di persone disperate, che cercano di sopravvivere e, sopratutto, di trovare una vita migliore, che mettono in pericolo quella stessa vita che cercano di cambiare, che affrontano di tutto, dalla violenza all’umiliazione per costruire un futuro sereno. Però dai… però non ci sono giustificazioni.

Cosa ne pensi? Lascia un commento