Il 27 maggio è iniziata la 46° edizione delle World Series of Poker a Las Vegas, nel casinò Rio All Suite Hotel and Casinò. Le WSOP 2015 si concluderanno nel solito posto il 14 luglio. Ben 68 gli eventi in programma, che vedono la partecipazione anche di alcuni italiani, i quali sono riusciti a posizionarsi bene e ottenere discreti risultati.

Ben 6424 i giocatori iscritti per 68 braccialetti in palio. Tra gli italiani che hanno ottenuto i risultati migliori troviamo Max Pescatori, che ha vinto il suo 3° e 4° braccialetto in due eventi di questa edizione, diventando l’europeo con maggiori vittorie alle WSOP.

Alla conclusione del Day2 del Main Event con 10 i giocatori italiani. Uno dei migliori “azzurri” è stato senza dubbio Gianluca Trebbi, il quale si è trovato dopo solo due livelli alla bellezza di 100.000 chips. Degno di nota è stato Mariano Martiradonna, il giocatore di Bari che ha chiuso con uno stack da 190.500 chips.

Italiani che sono diminuiti di numero con l’andare dei giorni, tutti a parte Federico Butteroni che è riuscito ad arrivare al tavolo finale riuscendo a diventare uno dei November 9.

Il WSOP 2015 è senza dubbio il torneo più importante al mondo di Poker e, questa 46° edizione, ci sta regalando davvero grandi emozioni. Le quote di iscrizione sono molto alte è vero, si parte da un minimo di 500$ per sfiorare cifre come 50.000$. Tuttavia è possibile qualificarsi anche online con una quota d’iscrizione davvero minima e accessibile a coloro che vogliono provare questa grande avventura, oppure partecipando grazie ai freeroll.

I freeroll sono tipologie di tornei organizzate da alcune delle più prestigiose piattaforme online. La loro pecularietà e che le sale di poker online permettono ai player di giocare senza puntare denaro. In pratica si ha la possibilità di ottenere vincite, a volte in bonus, altre volte in qualificazioni per tornei, senza dover effettuare una puntata in termini economici.

In poche parole, in un torneo freeroll, il giocatore può vincere un montepremi in denaro senza rischiare di perdere il proprio. Ovviamente esistono dei criteri di ammissione molto precisi. La sala organizzatrice può prevedere che il player che si iscrive deve aver ottenuto un punteggio minimo di base in tornei ai quali si è partecipato in passato o, in alternativa, che sia un nuovo iscritto.

Anche alle WSOP 2015 è possibile iscriversi attraverso i freeroll online. In molti ovviamente si chiedono per quale motivo un torneo a soldi veri permette l’iscrizione gratuita e senza puntate in denaro. Si tratta semplicemente di fidelizzazione. La poker room online che mette a disposizione questa modalità continua a mantenere un buon rapporto con i suoi player, offrendo loro queste interessanti possibilità.

Attraverso un torneo freeroll è possibile:

vincere denaro che sarà versato poi sul conto del player sottoforma di bonus, da utilizzare poi in altri tornei online che richiedono l’iscrizione con soldi reali.

Un premio per partecipare ad un torneo dal vivo o online, come i domenicali.

Nel secondo caso quindi, i tornei freeroll danno la possibilità di vincere una somma in denaro sufficiente a coprire l’iscrizione a un torneo prestigioso e importante, come quello dei WSOP 2015.

I freeroll sono senza dubbio una valida via di mezzo tra i tornei gratuiti ai quali è possibile partecipare per semplice divertimento e quelli che invece, permettono di vincere denaro vero ma solo dopo aver fatto la propria puntata, la quale come abbiamo visto può essere in alcuni casi anche molto consistente.

I freeroll permettono realmente di ottenere queste vincite. Un esempio ci arriva proprio dall’Italia ed è stato Luigi Russo, conosciuto nel mondo del poker online come “Gigibanca”. Luigi ha iniziato con il poker proprio attraverso un freeroll, al quale vinse 10€ di bonus. Questi soldi sono poi stati investiti in tornei piccoli, dove veniva chiesta una puntata d’iscrizione pari a 50 cent. Le vincite accumulate lo hanno presto portato a iscriversi a quei tornei da 100€. Oggi Gigibanca è orgoglioso di dire che tutto è iniziato grazie a un freeroll e di non aver mai investito denaro di tasca propria per giocare a poker.

Così, se da una parte l’iscrizione alle WSOP 2015 è piuttosto onerosa, grazie ai freeroll è possibile partecipare ugualmente al più importante torneo di poker al mondo!

Cosa ne pensi? Lascia un commento