Si conclude oggi la primissima edizione della New York Fashion Week Uomo, la prima settimana della moda “for men” della Grande Mela.

Queste attesissime giornate si preannunciavano già da qualche giorno prima del loro inizio ricche di brand e marchi modaioli. Ben 43 sono stati, infatti, gli stilisti che vi hanno preso parte, portando in passerella le ultime tendenze in fatto di moda maschile. Nomi del calibro di Calvin Klein, Ralph Lauren, Thom Browne, Tommy Hilfiger, Todd Snyder John Varvatos si sono presentati a New York con le loro più recenti collezioni dedicate all’estate 2016.

E mentre alcuni, come Klein e Browne, si mantengono sul classico, con jeans a tutto spiano e toni neutri per il primo e giacche nere con pantaloni capri abbinati per l’altro, c’è chi non rinuncia a stupire. L’emergente marchio RAG & BONE, ad esempio, punta tutto su un moderno street style ispirato al parkour che, come affermano gli stessi stilisti Wainwright  e Neville, deve lasciare l’uomo libero di compiere movimenti estremi.

E ancora, Michael Kors presenta la sua linea pensata per una rapida fuga vacanziera su qualche bella isola. Un mix di tessuti, quello di Kors, pensato per luoghi dai climi pazzi: cotone in inverno, lana in estate, bermuda, foulard e colletti sbottonati. Molto apprezzata anche la collezione di Public School, elogiata anche per la creatività della presentazione. Stile glam dal sapore Anni ’50 per Tommy Hilfiger, che punta su pantaloni skinny, giacche e colori sgargianti e prettamente estivi. Sceglie un audace multicolor David Hart, con una collezione stravagante che non passa certamente inosservata.

Occhi puntati anche su alcuni modelli d’eccezione. Primi fra tutti i “figli d’arte”. Il più noto è probabilmente Brooklyn Beckham, figlio del noto David e della ex Spice Girl Victoria, che ha sfilato per Reserved. Altri nomi importanti sono Patrick Schwarzenegger, figlio del noto attore ex culturista, che ha sfilato per Tom Ford, Jack Kilmer e Dylan Brosnan, entrambi modelli per Saint Laurent, e Rafferty Law, che ha calcato la passerella per DKNY. Ma c’è stato un altro modello che ha fatto parlare di se. O, per meglio dire, una modella. Alla NY fashion week ha infatti partecipato anche Rain Dove, discussa modella dal look androgino richiestissima anche dagli stilisti della moda uomo.

Il principale sponsor dell’evento è stato Amazon Fashion, branca della nota piattaforma Amazon. Il presidente Cathy Beaudoin ha dichiarato che per Amazon la moda uomo è importante tanto quanto quella dedicata alla donna, ed è un settore particolarmente in crescita. Considerando che molti dei marchi presentati a questa Fashion Week sono ampiamente presenti sulla nota piattaforma e-commerce, per il team di Amazon quella di sponsorizzare l’evento è stata un’occasione d’oro. Pare, infine, che, dato il successo di quest’anno, la New York Fashion Week sarà tenuta anche nel 2016.

Cosa ne pensi? Lascia un commento