Strage a Napoli.

Molto probabilmente si tratta di un caso di omicidio-suicidio.

La zona interessata è San Giovanni a Teduccio, a pochi passi dal centro della città. Le vittime sono Cesare Cuozzo, 53 anni, Anna Daniele di 51 anni e Nicola Cuozzo, loro figlio 18enne.

Questa la famiglia trovata morta nella serata di ieri in un appartamento di via ammiraglio Aubry. I familiari, che non avevano notizie dei loro cari da alcuni giorni, hanno chiesto l’intervento di un fabbro al quale hanno fatto aprire la porta dell’appartamento in cui vivevano e dove hanno trovato i tre cadaveri agonizzanti.

Nella casa sono stati, poi, trovati dei farmaci ed una pistola, che, secondo la ricostruzione fatta sulla base dei primi elementi, potrebbe essere l’arma con la quale l’uomo ha ucciso la moglie e il figlio e si è tolto la vita successivamente. Stando agli elementi raccolti finora dagli investigatori, l’uomo non risultava possessore di armi.

Sul posto stanno operando i Carabinieri della Sezione investigazioni scientifiche, del Nucleo investigativo di Napoli e della Compagnia di Poggioreale. Poniamo l’accento sulla donna morta: Anna Daniele era la sorella dell’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele.

Lo si apprende da fonti dell’amministrazione comunale di Napoli. Anche il sindaco, Luigi de Magistris, si è detto sconvolto per la tragedia che ha colpito la città e l’assessore comunale Nino Daniele. L’uomo è giunto sul posto poco dopo la scoperta dei cadaveri, avvisato da un’altra sorella che vive sullo stesso pianerottolo delle vittime. Una tragedia familiare si consuma a Napoli.

Cosa ne pensi? Lascia un commento