Domani è un altro film: parte da Roma il nuovo tour dei Dear Jack.

Il loro primo concerto è previsto per domani 3 luglio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

Queste le info sui biglietti. Un concerto questa volta tutto fatto solo di musica e canzoni. I Dear Jack sono pronti ad infiammare i palchi più prestigiosi d’Italia, ad un anno di distanza dal loro quasi trionfo ad Amici.

Due settimane di prove intense e si parte. Prevista anche una partecipazione eccellente: Alex Britti suonerà con loro nella data di apertura: “Glielo abbiamo chiesto quasi per scherzo. Eravamo a Roma l’altro giorno e ci siamo ritrovati a suonare insieme. Ha detto vengo. E per noi è semplicemente un onore”. Non sarà l’unico ospite di questo tour.

Voci di corridoio parlano già di mega ospiti all’Arena di Verona il prossimo 31 agosto, ma anche a Nola e Taormina, altre tappe del tour, potrebbero arrivare sorprese. Ecco tutte le date previste: 3 luglio Cavea – Auditorium Parco della Musica – Roma, 24 luglio: Nola (NA) – Vulcano Live, 25 agosto: Taormina – Teatro Antico, 31 agosto: Verona – Arena.

I Dear Jack hanno qualcosa in comune con i The Kolors, i vincitori uscenti di Amici e protagonisti indiscussi dell’ultima edizione appena conclusa, con performance da brividi. Lo testimonia la recente affermazione al Coca-Cola Summer Festival. Oltre al ciuffo e all’aspetto da rocker, c’è, ovviamente, la musica ad accomunarli. Intanto, queste le anticipazioni date dai Dear Jack sul tour che verrà.

Nessuna competizione, ma semplice divertimento: “Siamo carichi. Questa volta abbiamo scelto la formazione standard. Alessandro e Riccardo nella linea dietro, gli altri davanti. Non ci siamo occupati del palco, che sarà minimal e cambierà a seconda della location, abbiamo solo chiesto che ci siano delle pedane da cui poter fare grandi salti. Per la scaletta, abbiamo optato per un’idea molto più emozionale rispetto al primo tour. È un crescendo continuo emotivo. Sarà molto serrata, veloce, una canzone dietro l’altra, per travolgere la gente. 

Nel primo tour parlavamo molto, avevamo lasciato spazio alle gag con il pubblico. Questa volta si suona tutto il tempo senza parlare per niente. Poi ogni volta potrebbe essere diverso perché iniziano a esserci ospiti qua e là. Vedere come in dodici mesi siano successe tante cose e riuscire lo stesso a rapportarti alle situazioni come fosse la prima volta, senza perdere l’adrenalina che ti dà il pubblico, è fantastico.

E’ passato un anno da Amici ed i nostri fans ci amano sempre di più. Il talent show comporta una spinta pazzesca e ti butta subito sulla cresta dell’onda, ma eravamo consapevoli da subito della possibilità che il gioco si inverta. Noi vogliamo da sempre far vedere chi siamo e che ci meritiamo quello che è successo, senza adagiarci sul successo. Con i The Kolors siamo stati nello stesso albergo, abbiamo trascorso serate insieme, pranzato, cenato, ma in effetti non abbiamo fatto neanche una foto con loro. Almeno abbiamo fatto amicizia.

C’è uno scambio continuo. Noi possiamo dare qualcosa a loro, loro a noi. Mi hanno chiesto com’era stato per noi l’anno scorso, ci siamo ritrovati in quei primi momenti, i primi eventi importanti, quando sei ovunque, la gente per strada inizia a riconoscerti. È stata una bella chiacchierata. Non c’è nessuna invidia o lite in atto. Ognuno ha il suo ciuffo e c’è spazio per tutti”. Dear Jack e The Kolors: i nuovi protagonisti intenti a scalare le vette della musica italiana.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento