Mattia Briga ed il suo rapporto con il successo, tanti sacrifici..

In una intervista rilasciata al quotidiano on line La Stampa.it, Mattia Briga, il popolare rapper, giunto secondo in classifica al talent how Amici 2015, si è confessato sul proprio rapporto con il successo: “Sono cosciente che tutto questo possa essere un fuoco di paglia, ma mi auguro di poter mantenere quello che ho conquistato, ovviamente facendo sacrifici quotidiani”.

Il brano Naufrago che fa parte del suo ultimo album, molto gettonato nei negozi di dischi è uno dei suoi pezzi autobiografici che meglio rappresenta la sua vita artistica : “Adesso, forse per la prima volta nella mia vita, non mi sento più un naufrago. Ma sicuramente per molto tempo mi sono sentito in balia di questo paese, dei tempi che corrono in Italia. Sono tanti anni che porto avanti questo progetto per garantirmi sicurezza e stabilità, e per garantirmi un futuro roseo. Adesso per la prima volta sto raccogliendo i frutti per la prima volta. Insomma, sto nuotando per arrivare a terra”. 

L’amore rimane per Briga una delle fonti di ispirazione più limpide per la sua grande doti autorali. Per questo è stato anche criticato dalla giurata Loredana Bertè nel corso della trasmissione, poichè secondo la cantante Briga abuserebbe di questo argomento nei propri brani: “L’amore è il tema che ha condizionato la mia vita fin da quando ero piccolo. Nutro una speranza profonda di trovare una persona che mi capisca.

Una persona curiosa e sensibile. Probabilmente questi bisogni nascono dal fatto che i miei genitori sono separati. Quando vivo una relazione spero sempre di riuscire in quello che loro non sono stati capaci di fare, ma  – prosegue Briga nell’intervista – durante il programma sono rimasto sempre fedele alla mia idea di musica. Ho avuto la possibilità di collaborare con grandi artisti e ho migliorato la mia predisposizione alla melodia. È normale che una scelta così smuova l’ambiente, non posso pretendere che tutti siano d’accordo con me. Fa parte del gioco in fondo. Il problema di smontare le critiche nasce ora, perché il bacino di utenza è più grande e si fa più fatica a cambiare l’opinione delle persone”.

Infine Briga ha annunciato il suo primo tour da professionista : “Partirà ad ottobre, ma dobbiamo ancora definire i dettagli”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento