La legalizzazione della marijuana secondo Alessandro Aleotti, meglio noto come J-Ax.

Un tema spinoso e, spesso al volentieri, al centro del dibattito tra conservatori e progressisti. A quest’ultima categoria appartiene certamente il noto rapper milanese, fresco protagonista agli Mtv Awards di Firenze ed autore, in passato, di diverse canzoni riconducibili alla famosa Maria. 

Nel corso del backstage dell’evento musicale, infatti, ha risposto a diverse domande poste dai giornalisti, tra cui una riguardante, per l’appunto, la possibilità di legalizzazione della marijuana in Italia. Questa la risposta di J-Ax in merito: “Non credo che l’Italia sarà fra i primi a legalizzarla, siamo un Paese reazionario e anche se persone intelligenti proponessero su marijuana o sulla prostituzione una spinta verso la legalizzazione ci sarebbe comunque una spinta reazionaria.

Nel Colorado, negli Usa, anche i più conservatori hanno realizzato che si tratta di molto denaro in gioco che entra nelle casse dello Stato. Immaginate quanto questi soldi potrebbero fare per la Sicilia. Non vi chiedete perché in Olanda non limitano questo mercato? Perché inciderebbe sulle casse di Amsterdam“. 

Fratello maggiore di Luca Aleotti, ex componente della band Gemelli Diversi, J-Ax è divenuto particolarmente noto al pubblico quando, negli anni 90, dominava la scena rap italiana con i suoi Articolo 31. L’artista ha inoltre parlato in questo senso: “Mtv è stato uno dei pochi grossi brand che mi ha supportato anche nel mio momento più trasgressivo, quindi ho portato qualcosa anch’io alla manifestazione degli MTV Awards“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento