Riciclaggio di denaro e falso in documentazione per Agon Channel.

Un mandato di arresto è stato spiccato nei confronti di Francesco Becchetti, il proprietario di Agon Channel, la rete televisiva satellitare con sede in Albania.

Le accuse vanno dal “falso in documentazione” al “riciclaggio di denaro”. Per le stesse accuse sono stati spiccati mandati di arresto anche per la madre Liliana Condomitti e il collaboratore italiano di Becchetti, Mauro De Renzis, oltre che per la segretaria albanese Erjona Troplini.

Sequestrate anche le cinque società registrate in Albania dall’imprenditore televisivo e ovviamente sono stati bloccati anche tutti i conti correnti facenti capo a Becchetti. Arrestata anche una dipendente di una Banca di Tirana che avrebbe facilitato le transazioni oggetto di inchiesta.

Secondo l’inchiesta, Becchetti avrebbe evaso oltre 5 milioni di euro, e avrebbe messo in moto un complesso sistema di riciclaggio che gli avrebbe fruttato diversi milioni di euro attraverso la realizzazione di una delle più grandi centrali idroelettriche del paese.

La notizia è stata riportata da Tg Com.

Cosa ne pensi? Lascia un commento