Ha destato molta curiosità la condanna di un tribunale di Birmingham inflitta alla giovane Gemma Wale, 23 anni, rea, secondo la magistratura inglese, di essere troppo rumorosa durante il rapporto sessuale con il proprio partner.

La donna sarebbe stata denunciata da un vicino di casa, infastidito per le eccessive effusioni vocali, i gemiti e le urla promanate dalla giovane ragazza nel corso delle focose notti di passione con il proprio ragazzo.

Un comportamento duramente censurato dal tribunale di Birmingham e sanzionato con due settimane di carcere.

La donna non era incensurata, ma era già stata condannata per un comportamento anti sociale, in un precedente caso giudiziario .Nella sua sentenza, il giudice Emma Kelly ha stabilito che con le sue urla e i suoi gemiti la signora Wale era di nuovo incorsa in un comportamento anti sociale, al quale si sono anche sommate le ingiurie rivolte al vicino di casa, e le rumorose litigate con il partner. L’accumulo dei comportamenti anti sociali le ha aperto le porte del carcere.

Cosa ne pensi? Lascia un commento