Alexi, una studentessa di un istituto artistico che ha sede a Toronto, non avrebbe accettato i rilievi mossi dalla preside “bacchettona” che l’aveva pubblicamente ripresa per i propri abiti succinti non adeguati al contesto della scuola.

Cosi per protesta, la studentessa ha pubblicato sul popolare social network Facebook una foto che propagandava l’hashtag #CropTopDay per invitare le amiche a presentarsi tutte in top in segno di protesta contro l’autoritario capo della scuola.

Inutile dire che l’iniziativa ha riscosso grande successo e fatto grande proselitismo tra le teen agers, che il giorno successivo si sono presentate a scuola con l’ombelico in bella mostra.

“Sono libera di indossare un top e mostrare l’ombelico anche in classe. Se ti disturba è un problema tuo”. Questo il concetto trasmesso dalla giovane studentessa canadese alle proprie colleghe, riscuotendo largo consenso. E adesso si attendono le contromosse della preside “bigotta”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento