Un’altra immane sciagura ambientale mette a dura prova l’ecosistema. E’ di ieri la notizia di un incidente ad una oleodotto sito nella contea di Santa Barbara. Le stime ufficiali parlano di 80 mila litri di petrolio sversati nell’Oceano Pacifico, ma si teme addirittua la fuoriuscita di 400 mila litri. Dopo il disastro del 1969 si teme la peggior sciagura del mare di sempre.

Per ironia della sorte il disastro ambientale segue di poche ore l’intervento di Obama proteso verso una battaglia per il cambiamento climatico e la minaccia incombente sul sistema globale.

In passato la costa di Santa Barbara era già stata interessata nel 1969 da un’altra tragedia del mare, che si configurò come la più grande marea nera della storia mondiale insieme al disastro di Exxon Valdez nel 1989.

La società che gestisce l’oleodotto denominata All American avrebbe diramato un comunicato nel quale si sarebbe detta “profondamente dispiaciuta” per la fuoriuscita assicurando la massima collaborazione per ridurre il danno.

Cosa ne pensi? Lascia un commento