Perdere un volo fa parte delle esperienze che un uomo deve maturare per poter esplorare i confini oltre casa propria. Può succedere anche questo. Quando, poi, tutto ciò capita ad un’ex governatore della Lombardia e senatore, Roberto Formigoni, l’estremizzazione è servita. C’è persino un video di lui che si arrabbia in pubblico e viene immortalato dai presenti all’aeroporto di Fiumicino mentre inveisce in tutti i modi possibili contro i dipendenti Alitalia.

Il motivo scatenante: la perdita di un volo nazionale Roma-Milano. Questo lo sfogo di Formigoni: “La compagnia italo-araba Alitalia ha dato ieri sera sfoggio di inefficienza, incompetenza e incapacità. Ero arrivato in anticipo al varco di imbarco indicato che è poi stato cambiato quattro volte e alla fine, dopo avere percorso chilometri di corridoi in aeroporto, insieme con altri tre passeggeri, sono stato costretto a restare a Roma un’altra notte”.

Formigoni ribadisce, come già aveva detto ieri sera in aeroporto, di non avere nulla contro i dipendenti: “Non ce l’ho con loro, l’ho già detto ieri sera che devono rispettare delle disposizioni. Ce l’ho con la Compagnia. Ero giunto al varco B02, indicato sulla carta d’imbarco, alle 21.25, quindi in anticipo rispetto al termine richiesto per il volo delle 22, ma di esser stato indirizzato ad un altro varco, il B11, dove invece stavano imbarcando un altro volo, quelle delle 21, che era in ritardo.

Da lì, insieme con altri due passeggeri, sono stato mandato al B27 dove ho trovato il volo chiuso e l’ultimo bus dei passeggeri che stava per partire. I dipendenti, ma non è colpa loro, non hanno voluto sentire ragioni e io, con gli altri, siamo stati costretti a tornare a Roma, prendere un albergo e ripartire stamani. Ciliegina sulla torta: il volo delle 8 di stamane è partito alle 9″. Su con la vita, Formigoni. Nella vita c’è di peggio. Intanto, il video della sua sfuriata spopola in Rete. Noi ve lo riproponiamo:

Cosa ne pensi? Lascia un commento