Ha sporcato il pannolino e per questo motivo, se così lo si può definire, il patrigno lo ha riempito di calci fino ad ucciderlo. Questa la sorte capitata al piccolo Hames, due anni che, come ogni bambino, faceva i suoi bisogni nel pannolino, visto che non era ancora capace di usare il bagno.

Hames JJ Sieger era in compagnia del fidanzato della padre che, in preda alla rabbia, lo avrebbe prima spintonato e fatto cadere sul pavimento, per poi cospargergli il viso con le feci e, infine, calpestato. Il bimbo è morto in ospedale, a causa delle ferite riportate. Come riporta il Mirror, il fatto si è svolto negli Stati Uniti, a Bloomfield. Jasmin Bridgeman, insieme al compagno Joshua Schoenenberger ha portato il figlio in ospedale, ma non c’è stato nulla da fare.

I medici sono rimasti sconvolti dalle condizioni in cui versava la creatura. I dottori, infatti, hanno fatto il possibile per salvargli la vita, ma il piccolo non è riuscito a salvarsi. Il padre biologico James e la zia paterna Nicole si sono dichiarati increduli e choccati per quanto accaduto a Hames. Come loro stessi hanno dichiarato: “È il momento più difficile della nostra vita, questo bimbo è stato brutalizzato”. 

Gli investigatori hanno ricostruito l’accaduto e sarebbe emerso che Hames aveva sporcato il pannolino e, per questa ragione, il fidanzato della madre lo avrebbe picchiato e cosparso di feci per insegnargli a usare il water. Sia la madre che il compagno di quest’ultima hanno dato una versione diversa agli inquirenti. Pertanto, sono stati arrestati entrambi per abuso su minore.

Cosa ne pensi? Lascia un commento