Simulare scontri tra manifestanti, polizia e Black Bloc. Non è uno scherzo, ma ciò che permette di fare il videogioco Riot, un simulatore di sommose che permette all’utente di inscenare scontri di piazza, dando la possibilità di scegliere anche il personaggio con il quale trovarsi in piazza tra auto in fiamme e vetrine distrutte.

L’utente, infatti, può scegliere di essere un tranquillo e pacifico manifestnate, un poliziotto o black bloc con il volto coperto. È possibile, inoltre, anche impostare uno scenario nel quale mettere in piedi i conflitti: il contesto degli indignati di Spagna, la primavera araba in Egitto e la battaglia di Keratea in Grecia, per poi passare ai No Tav in Italia.

Leonard Menchiari ha avuto l’idea di creare un videogioco in grado di simulare una situazione di caos e sommossa: per creare tale videogioco si è avvalso dell’aiuto di Mattia Traverso, Danilo Catalano, Giuseppe Navarria e Giulio Perrone, che hanno realizzato una raccolta fondi sulla piattaforma Indiegogo, grazie alla quale sono riusciti a raccogliere il doppio dei soldi necessari per realizzare questo particolare progetto.

E voi? Userete questo videogioco per ritrovarvi nella mischia di una battaglia tra manifestanti, Black Bloc polizia e scontri di piazza?

Cosa ne pensi? Lascia un commento