Lo sfogo di Leopoldo Mastelloni legato alle proprie difficoltà finanziarie a causa di una pensione troppo esigua, fa seguito ai malumori espressi a mezzo stampa dalla cantante Orietta Berti, che avrebbe lamentato la propria difficoltà ad ovviare alle proprie esigenze quotidiane a causa di una pensione da fame.

L’attore napoletano con i suoi 625 euro frutto di cinquant’anni di lavoro nel mondo dello spettacolo, non ha nascosto il fatto che solo la solidarietà delle persone a lui vicino gli consente tutt’oggi di poter sbarcare il lunario: “Se non avessi degli amici che mi aiutano a pagare l’affitto, prenderei 40 pillole di sonnifero e me andrei via: ci penso sempre più spesso a farla finita”.

Dunque il sistema pensionistico italiano fortemente penalizzante non è una mannaia solo per sconosciuti pensionati operai o impiegati, ma si abbatte anche sui vecchi miti del mondo dello spettacolo, ormai in pensione, che da un po di tempo a questa parte cominciano a far venire alla luce del sole le proprie difficoltà finanziarie legate ad un cedolino pensionistico da fame.

“Parte di questo coraggio me lo ha dato Orietta Berti – ha detto Mastelloni, che a luglio compirà 70 anni – . Io ormai mangio solo quello che i supermercati mettono in offerta speciale e se non avessi Barbara Mastroianni, la figlia di Marcello, che mi aiuta, e Gino Paoli che mi ha fatto ottenere tramite la Siae un contributo momentaneo di 10 euro al giorno come artista di chiara fama in situazione di indigenza – ha proseguito Mastelloni nel proprio sfogo –  devo pure sperare che qualcuno mi faccia un funerale: perché lo Stato paga la bara ai clandestini ma a noi no”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento