E’ ricorrente ascoltare persone intente a ripetere di continuo un motivetto, un gingle o strofe di canzone anche per un giorno intero.

Accade agli altri, ma accade anche a noi, che un leit-motiv musicale continui a frullarci in modo ossessivo in testa, senza neanche capirne il perchè. Secondo la psicologia, il meccanismo di questa ossessiva ripetizione di un ritornello in testa, nasce dal naturale meccanismo del cervello di ragionare per associazioni.

Alcune canzoni si fissano in testa perchè frutto di un processo di memorizzazione e immagazzinamento di dati che ogni giorno il nostro cervello compie. Associare situazioni, comportamenti e ricordi ad una canzone, anche a distanza di anni, anche indipendentemente dalla nostra volontà. E’ frutto proprio di un inconscio meccanismo di associazione involontaria, compiuta dal cervello. L’orecchiabilità e la semplicità delle parole del motivetto che si fissa in testa, sono due caratteristiche che aiutano questo meccanismo di “memoria involontaria”.

L’unico rimedio per rimuovere il brano “fissato” nella memoria, è quello di ascoltare un brano nuovo, che rimuova dal nostro “hard disk” naturale, l’involontario ricordo diventato una sgradita “colonna sonora” della giornata.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento