Ilary Blasi è ormai un volto noto della televisione italiana. Ne ha fatta di strada da quando si esibiva nei balli sensuali targati Passaparola. Adesso è una donna vissuta, madre di famiglia e moglie del calciatore della Roma Francesco Totti. Ilary ha voluto raccontarsi in maniera spensierata. Sono ormai otto anni che la bionda conduttrice è a capo della trasmissione televisiva Le Iene.

Lei è rimasta sempre fedele al proprio ruolo. Guida lo show di Italia 1 da 15 edizioni. Nessun volto femminile del programma può vantare un simile record. Di seguito le sue rivelazioni in merito: “Sono una “vecchia” ormai, altro che posto fisso! E comunque, se pensiamo ad altre conduttrici, potrei dire che sono ancora in prova. Il bilancio a Le Iene è assolutamente positivo. E’ un programma che si rinnova sempre, vivendo di denunce e di magagne che, ahimè, sono sempre attuali. Sicuramente è stata una buona annata: per un motivo o per un altro si parla sempre di noi.

Io mi diverto sempre, in fondo il mio impegno è di un giorno a settimana, anche se facendo avanti e indietro tra Roma e Milano alla fine, dopo tanti mesi, ci sta che ti fermi. Sono entrata in questo programma un po’ per gioco e in punta di piedi, all’epoca c’erano due comici collaudati come Luca e Paolo e, nonostante ciò, sono ancora qui. Non punto a un numero in particolare perché quello che faccio mi deve piacere e devo continuare a divertirmi. L’idea dei servizi da inviata fu mia. Ho scoperto delle mie foto false in vendita su Internet, ne ho parlato con gli autori e ho detto che volevo andarci io. Il servizio sul club per scambisti, invece, è nato da una scommessa con la Gialappa’s e lì ho potuto vedere un mondo particolare. Avevo voglia di uscire dallo studio.

Quei servizi li ho fatti con il mio stile un po’ goliardico. Io non realizzo un servizio d’inchiesta, non sarei credibile. Certo, ti devi mettere in gioco, avere quel pizzico di follia, di presunzione e di curiosità. E non è scontato. Qualcuno è stato sexy, per il resto ho messo gonne di mezza lunghezza e maglie accollate. Sono l’unica donna in studio e mi piace giocare con la moda. Non è una provocazione. Quando compari nel toto-nomi per un programma è sicuro che non lo farai.

Comunque la proposta non è mai arrivata. Anni fa mi piaceva l’idea di condurre un reality, ma ormai questo tipo di programmi non sono più una novità. Zelig è uno show comico, era una serata particolare e mi divertiva provare qualcosa di diverso. Non sapevo neppure chi dei due fosse Ficarra e chi Picone, non guardo tanto la tv. Ho rinnovato da poco il mio contratto con Mediaset. Spero che mio marito, una volta smesso di giocare, non si piazzi tutta la giornata sul divano. Intanto, io sarò ancora una iena”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento