Orietta Berti parla della sua carriera e dei contributi che ha versato in cinquant’anni di onorata carriera e di come questi ultimi non le abbiano garantito una pensione accettabile.

Ho versato contributi per cinquant’anni ma ho una pensione di 900 euro. È mai possibile aver dato tanto e ritrovarsi con così poco in mano?“. Dopo mezzo secolo di carriera, e di contributi versati, 900 euro sono davvero pochi, per la cantante che non ha abbandonato la sua carriera musicale e la sua passione per il canto. La cantante parla della sua situazione al  “Settimanale Nuovo”.

Molti contributi – spiega Orietta – non mi sono stati versati. Sono andati perduti quelli dal 1965, quando ho cominciato a cantare professionalmente, fino a quelli dei primi Anni Ottanta. Quando facevi le serate quasi nessuno ti versava i contributi: era prassi. La tv, per fortuna, si comportava diversamente quindi quelli non li ho persi“. 

Orietta, però, non si lamenta del tutto anche perché la sua florida carriera le ha permesso di risparmiare: “Per fortuna ho lavorato molto e ho messo da parte tanto. Adesso non canto solo per bisogno, ma perché mi piace ancora. Inoltre sono una persona semplice, non faccio spese folli“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento