Un curioso caso medico accertato in Usa ha riguardato una giovane ragazza quindicenne rimasta incinta attraverso la pratica del sesso orale.

La ragazza, nata con una malformazione vaginale che di fatto provocava il restringimento dell’organo genitale impedendo il concepimento attraverso il metodo naturale, si è presentata nell’ospedale del proprio paese di residenza con forti dolori all’addome.

I medici dalle analisi effettuate, hanno accertato che la giovane donna era già entrata in travaglio e con sorpresa hanno evidenziato la mancanza della vagina nella donna. Per questa ragione sono dovuti ricorrere ad un parto cesareo d’urgenza andato a buon fine.

E’ stato poi accertato il metodo assolutamente “particolare” con il quale la donna è stata ingravidata. Non potendo ricorrere alle pratiche sessuali tradizionali per la chiusura della cavità vaginale, la donna ha praticato costantemente il sesso orale per soddisfare i propri compagni di vita. E’ accaduto che, durante un rapporto orale, la donna è stata sorpresa dal proprio attuale compagno in compagnia di un altro uomo. Alla scoperta dell’infedeltà della donna è scoppiata una rissa con accoltellamenti.

La donna avrebbe ricevuto alcune coltellate all’addome, successivamente suturate dal pronto soccorso, ma che di fatto hanno consentito ad alcuni spermatozoi presenti nel tratto gastrico di raggiungere l’ovulo, fecondandolo. Tutto ciò è stato possibile grazie alla presenza della saliva che avrebbe protetto il liquido seminale dall’acidità dei succhi gastrici, mantenendo gli spermatozoi perfattemente attivi. Quindi la fecondazione attraverso la pratica del sesso orale è stata possibile attraverso una serie di coincidenze davvero particolari frutto di un evento traumatico.

La bambina gode di ottima salute e somiglierebbe al padre.

 

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento