Il porno è certamente uno di quei settori che non conoscono crisi. Internet ne è il mezzo privilegiato da questo punto di vista, soprattutto nell’epoca digitalizzata qual è quella attuale. Ebbene, secondo una recente ricerca dell’Università di Padova, i giovani sono sempre più dipendenti dal porno online. Lo fanno un po’ per dipendenza e un po’ per abitudine.

L’avvento di Internet ha influito molto in questo senso. I riscontri positivi sono sotto gli occhi di tutti. Su internet si cercano informazioni, si leggono notizie, si aggiorna lo stato nei propri social network, si fanno acquisti sui portali di e-commerce e si guardano anche contenuti pornografici e a sfondo sessuale in generale. La ricerca condotta da un team di esperti dell’Università di Padova ha portato, infatti, alla luce un risultato che, in qualche modo, ci si aspettava: Internet è il mezzo usato da una grossa fetta di giovani per accedere a foto erotiche e video pornografici. Il gruppo di studio ha preso in esame i giovani nella fascia d’età fra i 18 ed i 20 anni, mostrando come il 78% di questi frequenti quotidianamente o con una certa costanza i siti pornografici.

Quello che forse non ci si aspettava è che tali visite diventano più frequenti ed assidue quando si possiede uno smartphone con pacchetto dati attivo. La maggior parte degli intervistati ha ammesso di frequentare questo tipo di siti per adulti per abitudine, mentre il 10% di questi ha addirittura confessato di avere una vera e propria dipendenza. Ed è proprio in questi casi che si rischiano degli effetti negativi. Sembra, infatti, che il comportamento sessuale di almeno il 25% degli abituali consumatori di contenuti pornografici sia compromesso, soprattutto quando la visita di questi portali supera le 2-3 volte a settimana.

Fra le altre cose, sottolineano gli esperti, la fruizione eccessiva di materiale pornografico allontana i ragazzi dalle esperienze sociali reali, abbassando l’attenzione sulle malattie sessualmente trasmissibili. Un dato curioso che emerge dallo studio riguarda l’identikit del giovane-tipo che fruisce con maggior frequenza del porno online: si tratterebbe, nella maggior parte dei casi, di figli unici, con famiglie impegnate troppo sul lavoro, e dei fumatori. Su le mani.

Cosa ne pensi? Lascia un commento