Si è seduta nuda sulle scale dell’ingresso del campus, lasciando a bocca aperta tutti gli studenti e i professori che passavano di là. Monika Rostvolt, studentessa di 22 anni della Texas University si è spogliata e si è mostrata come mamma l’ha fatta sui gradini che conducono alla biblioteca del campus.

La ragazza indossava semplicemnete della biancheria color carne, che conferiva un nudo integrarle alla ragazza, che pare abbia agito in questo modo per una giusta causa. Si è coperta gli occhi, poi, con una fascia e le orecchie con un paio di cuffie grandi. La vicenda è stata riportartata dal portale MySanAntonio.com. In molti hanno pensato che la ragazza volesse fare una bravata e farsi ricordare in un momento di puro esibizionismo.

Monika, però, aveva un altro obiettivo, ossia quello di ricordare che è il mese in cui si deve parlare del tema della violenza sessuale delle donne. Come lei stessa ha sottolineato, “Questo è il mese della consapevolezza della violenza sessuale sulle donne. Sono stata vittima di uno stupro, così come alcune mie amiche, e volevo far vedere il mio corpo come bellezza e potenza e non come un mero oggetto sessuale. In quest’opera ho voluto esporre me stessa per prendere il controllo totale sul mio corpo e riprodurre gli standard che esistono nella nostra società“.

Senza conoscere i reali intenti della ragazza, varie persone hanno allertato le autorità, ma gli agenti non hanno potuto nulla, solo constatare che il nudo non era integrale. La ragazza, però, ha ammesso che aveva intenzione di spogliarsi completamente, seppur si trattasse di un atto illegale.

Cosa ne pensi? Lascia un commento