La spesa “singolare” di Gwyneth Paltrow non è passata inosservata ai fanatici di twitter, che avendola vista postare la merce sul proprio carrello acquistata nel corso della settimana che l’attrice avrebbe dovuto vivere da povera, non le hanno risparmiato critiche e improperi di ogni genere.

L’attrice avrebbe deciso di accettare la sfida su invito dello chef, Mario Batali, già superata da altri vip americani come Ben Affleck e Sophia Bush, di vivere una settimana da povera, usufruendo del cosiddetto “Snap”, il programma alimentare di aiuti per gli indigenti, una sorta di “buono pasto” che ammonta a 29 dollari a settimana concesso alle famiglie meno abbienti per fare fronte ai bisogni alimentari settimanali.

La Paltrow avrebbe postato il carrello della spesa “povero” che avrebbe dovuto testimoniare la partecipazione dell’attrice alla singolare prova, ma ciò che gli appassionati di social network non le hanno perdonato è il fatto che il carrello contenesse alimenti come peperoncino, coriandolo, frutti di lime e riso integrale, tutti alimenti che notoriamente non costituiscono generi di prima necessità.

“Se il punto della sfida SNAP è di dimostrare quanto sia difficile vivere con 29 dollari alla settimana, Gwyneth vince la medaglia d’oro: lo ha dimostrato”, ha obiettato il Washington Post. E come dargli torto ?

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento