Dopo ore di attesa e di ansia, si è appreso che Enzo Costanza, il trentottenne di Orbassano (TO) fuggito con il figlio neonato di appena 15 giorni è stato rintracciato a Valencia in Spagna. Ad annunciarlo sono stati i carabinieri di Torino attraverso le inquadrature ricavate da telecamere di sorveglianza che hanno ben identificato il Suv Freemont con alla guida il Costanza e con a bordo il bambino.

E’ stato possibile rintracciare gli spostamenti dell’uomo attraverso l’utilizzo della carta di credito che il Costanza avrebbe fatto in tre occasioni per effettuare il rifornimento all’auto. Dalle indagini svolte dai carabinieri si è appreso che l’uomo ha effettuato anche acquisti ma le riprese televisive non mostrano chiaramente la presenza del figlioletto, pertanto non è stato ancora possibile verificare se lo stesso sia ancora in custodia all’uomo fuggitivo. L’unica certezza è che i due avrebbero pernottato presso una struttura recettiva di Lione, dove alcuni testimoni li avrebbero identificati.

Poi il trasferimento successivo in Spagna e le ricerche, per adesso effettuate con cautela, da parte della polizia spagnola, intenta ad evitare reazioni spropositate dell’uomo che, in preda al panico, potrebbe ricorrere a soluzioni estreme.

La denuncia è scattata alle 21,30 di ieri sera, quando la moglie del Costanza, Stefania C. di 32 anni, intenta ad effettuare acquisti in un supermercato, avrebbe perso di vista il marito e il bambino e, uscendo dalla struttura, si sarebbe accorta della fuga del marito non riuscendo a rintracciare più l’auto di famiglia. L’uomo non avrebbe risposto alle continue chiamate telefoniche della moglie, alla quale non è rimasto altro che denunciare l’uomo. La procura di Torino ha aperto una inchiesta per sottrazione di minore. L’uomo sarebbe in cura per turbe paranoiche e da un po di tempo avrebbe smesso di assumere i farmaci prescritti dal proprio analista.

Cosa ne pensi? Lascia un commento