Mario Draghi è stato aggredito, durante la conferenza Bce, da un manifestante di Blockupy. Il soggetto in questione è una donna che ha fatto irruzione durante l’incontro, lanciando coriandoli su Draghi e chiedendo di “fermare la dittatura della Bce“.

La conferenza è stata interrotta per qualche minuto, per poi riprendere poco dopo. La manifestante è stata bloccata e portata via dalla sicurezza. Dopo l’accaduto, Draghi ha ripreso il filo del discorso da dove era stato interrotto dall’irruzione della manifestante di Blockupy.

Draghi parla dell’aumento dell’inflazione e della situazione economica in cui versa l’Europa: “Le nostre misure di politica monetaria aiuteranno l’inflazione a salire vicino ma al di sotto del 2% – aggiungendo inoltre che – sulla base delle informazioni disponibili e dei futuri prezzi del petrolio, l’inflazione resterà molto bassa o ancora negativa nei prossimi mesi.

Aiutata dal favorevole impatto della politica monetaria sulla domanda aggregata, dall’indebolimento dell’euro e dall’aumento preventivato dei prezzi del petrolio nei prossimi anni. I tassi di inflazione sono previsti invece in rialzo alla fine del 2015 e ulteriormente in aumento nel 2016 e 2017“.

Per quel che concerne il Qe, Draghi afferma che “Guardando avanti dobbiamo focalizzarci su una piena implementazione della nostra politica monetaria, attraverso queste misure contruibuiremo a un ulteriore miglioramento dello scenario economico, a una riduzione della stagnazione economica e a una ripresa della domanda di credito“.

Guarda il video:

Cosa ne pensi? Lascia un commento