Viola di rabbia. La Fiorentina non riesce a bissare il successo della gara d’andata ed esce dalla Coppa Italia. La Juve sbanca il Franchi per 3-0 ed approda meritatamente alla finale di Roma del prossimo 7 giugno.

Il tecnico viola Vincenzo Montella, a fine gara, ammette la superiorità degli avversari, senza disdegnare, però, un pizzico di polemica nei confronti dell’arbitro, nella fattispecie il signor Davide Massa. Queste le sue parole in merito ai microfoni di Rai Sport: “C’è amarezza, ma anche la consapevolezza di aver fatto tutto quello che si poteva fare. La Juve è stata superiore, bisogna riconoscere quando gli altri sono più bravi. Abbiamo affrontato una squadra forte fisicamente e tecnicamente, in un periodo mentale importante della propria stagione. La gara di andata era solo una prima tappa,  non è andata come speravamo e volevamo. La Juve ha meritato la qualificazione, anche se è stata fortunata nei singoli episodi.

A centrocampo dovevamo avere più palleggio per far bene con una squadra come quella bianconera. Lì abbiamo sofferto fisicamente, non siamo stati in grado di ottimizzare, ma abbiamo giocato con orgoglio fino alla fine. A mio parere la spinta di Salah non giustificava la caduta, ma, ripeto, la Juve ha meritato in ogni caso. Mi dà comunque fastidio vedere certi atteggiamenti. A noi dicono sempre di non protestare e di non alzare le mani, mentre gli altri lo fanno e si fa finta di non vedere. Questo non lo riesco ad accettare. L’errore dell’arbitro ci può stare, ma questo no. Spero che non si offendano. Noi non possiamo vincere tutte le partite, anche contro chi vince sempre come la Juve“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento