Ha fatto violentare la figlia 15enne per un anno dal suo compagno, affinché fosse messa incinta e diventare, nuovamente, madre perché lei non poteva.

Non è l’anticipazione di un libro o film, ma la storia reale capitata a una ragazza di 15 anni, considerata dalla madre uno “strumento” per diventare nuovamente genitore. Misty Machinshok, 33 anni, residente in Pennsylvania non poteva più avere figli. Dopo essersi separata dal marito, però, desiderava avere un altro bambino. Impossibilitata, ha conosciuto un ragazzo di 29 anni in chat, con il quale ha iniziato una relazione.

La donna, però, non è riuscita a frenare il suo istinto materno e ha aiutato l’uomo a violentare la figlia per un anno, affinché la ingravidasse. La mamma orco ha permesso al 29enne di stuprare la giovane solo per soddisfare il proprio desiderio morboso. Il giovane, inoltre, ha approfittato sessualmente anche della sorellina più piccola di 11 anni.

La ragazza è stata violentata tutti i giorni. La madre la bloccava, mentre lui la violentava. Un calvario duranto un anno e che non è terminato, sin quando la vicenda non è venuta a galla. Secondo quanto riferito dalla corte durante il processo, “Lei le teneva le braccia e lui approfittava di lei“. La coppia, al momento, è in prigione: entrambi rischiano dai 15 ai 30 anni di reclusioni, accusati di abusi su minori.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento