L’Italia è un Paese per corrotti. Parola di Carlo Verdone. L’attore romano ha battezzato ieri la nuova stagione del Cinecittà World, il parco divertimenti di Roma dedicato al cinema, dopo la pausa invernale. Il regista ha annunciato che le riprese del suo prossimo film cominceranno verso la metà di giugno. Intanto ha parlato a 360°, spaziando dal cinema all’attualità politica e sociale.

Verdone non le manda certo a dire. Queste le sue dichiarazioni in conferenza stampa: Roma ha bisogno di intrattenimento per le famiglie, che così hanno un posto in cui portare i bambini. Non bastano più Villa Borghese e i soliti luoghi. Qui si sta all’aria aperta e si possono fare molte cose. Ogni giorno leggiamo di qualche scandalo in Italia, soprattutto legato alla corruzione. Questo è un Paese che andrebbe cambiato dalle nuove generazioni che, però, in questo momento, sono in attesa di essere chiamate per avere un posto di lavoro.

Spero che questi ragazzi lo trovino e cambino qualcosa, anche dal punto di vista politico. Più soldi girano, più aumentano gli scandali. Bisogna recuperare il senso etico. L’Italia sta diventando uno dei Paesi più corrotti del mondo e questo è inaccettabile. Il mio prossimo film sarà rocambolesco e dinamico. Ogni volta cerco di dare al pubblico cose diverse e stavolta niente malinconia. Sarò il protagonista con un altro grande attore. Spero di potervi dire presto i nomi del cast. Aspetto l’ok del produttore e del partner che ho scelto per quel periodo. La partita Roma-Napoli di sabato deve mettere fine alla guerra tra le due tifoserie. Mettiamo da parte la violenza perché quanto successo è gravissimo e non deve mai più ripetersi, altrimenti sarebbe la fine del calcio. Lo sport è condivisione e la rivalità deve essere solo sportiva”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento