Durante una recente intervista è stato chiesto ad Adam Badowski se il prossimo capitolo di The Witcher avrebbe richiesto altri quattro anni di sviluppo, ma il direttore amministrativo di CD Projekt Red ha dichiarato che, vista l’espansione continua dello studio sia a livello di esperienza che di personale, i prossimi titoli della software house richiederanno meno tempo per essere portati a termine. Attualmente un terzo capitolo nella serie di The Witcher non è ancora stato ufficialmente annunciato, anche a causa del fatto che lo sviluppo del porting del secondo capitolo su Xbox 360 è ancora in corso. Ottime notizie invece per tutti gli amanti della saga di Dead Space, secondo alcune informazioni trapelate online, sembrerebbe che il terzo capitolo delle disavventure di Isaac Clarke, voglia sostituire i lugubri e asettici corridoi di astronavi con un intero pianeta avvolto nel ghiaccio. Questo, Tau Volantis, presenterebbe così nuove minacce aliene da combattere, pronte a mimetizzarsi nel biancore della neve. Kinect Star Wars è invece sicuramente un titolo che tutti gli appassionati di questa saga non dovrebbero assolutamente lasciarsi sfuggire. Tramite una demo di pochi minuti, un tempo non sufficiente per intuire le potenzialità del titolo, ma capace di mostrare molte delle abilità principali che potremo sfruttare in quanto cavalieri Jedi, abbiamo potuto osservarlo con cura. Innanzitutto potremo giocare soli e in compagnia di un amico in split screen, sfruttando una sola console e una periferica. L’unica altra notizia purtroppo è che gli avvenimenti sembrano collocati durante le Guerra dei Cloni. Il porcospino blu si prepara infine a tornare in Sonic Generations, dove faranno capolino molti dei livelli già affrontati precedentemente. Non mancheranno ovviamente citazioni dei capitoli più recenti e il nemico principale sarà nuovamente il Dr. Eggman Robotnik. Inoltre bisognerà affrontare l’avventura con due versioni: Classic Sonic, il Sonic originale, e Modem Sonic, dotato di una gamma di mosse ben più vasta. Riprendere il controllo del porcospino è immediato e semplice. Correre a perdifiato e a velocità folli per i tortuosi scenari ha sempre il suo fascino.

Cosa ne pensi? Lascia un commento