È stata ritrovata priva di coscienza nella sua casa di Los Angeles la cantante canadese Joni Mitchell, ritrovata nella notte di martedì 31 marzo è stata ritrovata e trasportata d’urgenza in terapia intensiva dove ora è ricoverata così come recita il profilo ufficiale di Twitter della cantante: “Joni è in ospedale e siamo in attesa di notizie sul suo stato di salute”.

Per molti appassionati di musica Joni Mitchell è la Bob Dylan della musica anche se la stessa cantautrice folk canadese preferirebbe essere descritta soprattutto come pittrice.

Sicuramente la generazione di Woodstock ricorda la cantante con molto affetto imparando ad amare la sua musica e il suo stile eclettico, inizia negli anni ’60 con una carriera brillante approda nel blues e nel jazz, per poi abbracciare il pop negli anni ’80 e sperimentare la musica elettronica negli anni ’90.

Ma Joni Mitchell corrispettivamente alla carriera musicale affronta anche la carriera di pittrice e grafica nonché autrice delle copertine dei suoi album musicali.

Solo a 71 anni Joni Mitchell scegli di non esibirsi più in pubblico dopo aver ricevuto una diagnosi di una rara malattia cutanea, la sindrome di Morgellons.

Dagli ultimi aggiornamenti sullo stato di salute della cantante: «si trova in terapia intensiva ma è sveglia e di buon umore».

Cosa ne pensi? Lascia un commento