È stato eseguito per la prima volta in Gran Bretagna il primo trapianto di cuore da un cadavere in Europa, avvenuto proprio dopo un primo debutto di questa particolare tecnica in Australia.

I chirurghi del Cambridgeshire hanno proprio questa mattina eseguito un intervento di un trapianto con un cuore che non batteva più da diverse ore, un intervento di grande successo, fino ad oggi è stato sempre espiantato il cuore di persone che hanno una morte cerebrale con un muscolo cardiaco che ancora batte, ma mai prima d’oggi era stato eseguito un trapianto con un cuore fermo da alcune ore.

L’organo utilizzato per l’intervento proveniva da un donatore con cuore e polmoni che avevano smesso di funzionare, una vera e propria morta circolatoria, sicuramente questa nuova tecnica permetterebbe di aumentare di almeno il 25% la disponibilità di cuori per i trapianti.

Lo stesso paziente in 60enne Huseyin Ulucan di Londra che aveva già subito un attacco di cuore nel 2008 ha dichiarato alla stampa: “ Prima della chirurgia riuscivo a malapena a camminare, ora mi sento più forte ogni giorno e sono entrato in ospedale questa mattina senza alcun problema”.

Mentre il chirurgo che ha eseguito l’intervento ha aggiunto: “Abbiamo monitorato il cuore pulsante per circa 50 minuti, e controllandolo siamo stati in gradi di dire che era in ottime condizioni”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento