Birra gratis se spegni il cellulare. Questa la particolare iniziativa messa in atto da un pub inglese che mette in atto una vera e propria campagna contro i cellulari accessi al bar, incriminati come strumenti che mette paletti alla socialità nei luoghi di ritrovo.

Quando si entra in un luogo pubblico, come un bar o una “public house”, si dovrebbe iniziare a socializzare e a chiacchierare con gli altri e non stare ore attaccati allo smartphone per controllare la bacheca pubblica di Facebook o aggiornare il proprio status sui vari social network. Spegnere la tecnologia, dunque, sta diventando sempre più un esigenza per gli inglesi che reclamano una vita più “social”, ma offline, se così possiamo dire.

Ovviamente ciò vale anche se si usa il telefonino per inviare SMS o per effettuare chiamate. Questa filosofia di vita, che esclude la tecnologia nei momenti in cui ci si riunisce per scambiarsi due parole o per discutere di vari argomenti, sta prendendo piede soprattutto nei gentlemen’s club e nei circoli esclusivi come il Reform, frequentato, un tempo, da Jules Verne. In questi club, possono iscriversi solamente gli uomini, mentre le donne possono entravi esclusivamente come ospiti a pranzo o a cena, accompagnate dai soci che compongono lo stesso circolo.

In questi club, inoltre, è severamente proibito cacciare dalla tasca il proprio telefono: chi trasgredisce questa regola, viene accompagnato alla porta, senza se e senza ma. Ciò viene imposto perché al club si va per discorrere con gli altri e non per isolarsi con un dispositivo tecnologico tra le mani. Come spiega Sam Sheridan, padrone del pub Number Fifteen Boozer di Pemberton, le persone “si mettono a smanettare e non parlano con nessuno. Il pub non serve a questo. Perciò proviamo a incentivarli a lasciare i telefonini almeno per un po’ offrendogli una vodka“.

Cosa ne pensi? Lascia un commento