È stato scarcerato Massimo Liberati, il direttore di macchina del peschereccio Idra Q che proprio nella giornata del 2 marzo è stato arrestato insieme al comandante Sandro De Simone, dalle autorità del Gambia, l’imbarcazione infatti era stata sorpresa a pescare con una rete delle dimensioni non consentite.

Il comandante dell’imbarcazione resta però ancora in stato di fermo, in attesa di versare un pagamento dell’ammenda, i due infatti dopo una decina di giorni di fermo sono stati arrestati dalle autorità locali.

Secondo la regolamentazione del Gambia le reti utilizzate dal peschereccio non risultavano conformi motivo per il quale si è proceduto prima al sequestro e al fermo del peschereccio e poi all’arresto del comandante e del direttore di macchina, Massimo Liberati rilasciato successivamente a seguito di un pagamento di un ammenda da parte dell’armatore dell’imbarcazione rilasciando così le garanzie finanziarie davanti al giudice di Banjul.

L’ambasciatore a Dakar è riuscito a incontrare e parlare con  Liberati, lo stesso ambasciatore ha trovato il pescatore italiano in buone condizioni, informazione subito pervenute anche alla moglie.

Le autorità del Gambia hanno invece stabilito che il comandante in quanto diretto responsabile dell’imbarcazione deve necessariamente restare in carcere fino all’avvenuto pagamento dell’ammenda, ma l’ambasciata italiana a Dakar continua a seguire costantemente la vicenda.

Cosa ne pensi? Lascia un commento