Tornano a colpire i terroristi a Gerusalemme, con una tecnica già sperimentata Mohammad Ghassan Salayma, il terrorista  è salito a bordo della sua auto e si è lanciato contro un gruppo di soldatesse israeliane che stavano attendendo un autobus, e ferendone sei, lo stesso attentatore è poi uscito dalla vettura con in mano un coltello da macellaio.

Negli ultimi giorni a Gerusalemme si avverte una forte tensione per la concomitanza delle preghiere islamiche del venerdì e la Purim del carnevale ebraico, molti i bambini in maschera per le strade del centro e maggiori i controlli di sicurezza.

Nella stessa giornata di ieri i controlli erano serrati, ma Salayma è stato subito intercettato da un agente di polizia che gli ha sparato alcuni proiettili riducendolo in fin di vita, già il giorno precedente lo stesso terrorista aveva pensato di scrivere una pagina della lotta tra Palestinesi di Gerusalemme contro la presenza israeliana, fotografandosi con una bandiera nazionale palestinese e postandola poi su Facebook, pronto per partire nella sua missione terroristica.

Il fenomeno dei lupi solitari preoccupa sicuramente i servizi di sicurezza israeliani, soprattutto per gli improvvisi incidenti e attentati, occorrerebbe aumentare la sicurezza nella città, già lungo la stazione ferroviaria sono stati disposti dei blocchi di cemento per evitare che auto in corsa possano travolgere i passeggeri in attesa nella stazione.

Cosa ne pensi? Lascia un commento