Un caso di molestie in Giappone. Nella fattispecie, siamo a Wakayama, territorio a pochi passi da Osaka. Un uomo italiano di 40 anni, tale Vincenzo D., ha tentato di baciare sulla fronte una ragazza di 21 anni.

L’episodio è avvenuto mercoledì pomeriggio su di un treno. Fin qui nulla di strano. Un comportamento apparentemente normale e del tutto legale, se non fosse che, secondo gli inquirenti, potrebbe configurarsi un caso di molestie riconducibile alla forte normativa di contrasto agli atti osceni.

L’uomo ci ha tenuto a giustificare che il gesto incriminato fosse rivelabile come semplice saluto, tuttavia contrario alle norme ristrette giapponesi in merito. Con ogni probabilità avrà inciso, in tal senso, anche la scia di analoghi episodi di atti osceni e violenti perseguiti nei giorni scorsi da sospettati cittadini stranieri. Intanto la notizia ha fatto il giro dei social network in Giappone. The Italian Kiss. La legge orientale batte quella occidentale. Il rinomato baciatore italiano, stavolta, è finito in manette.

Cosa ne pensi? Lascia un commento