L’orrore non ha mai fine. Ne contiamo un altro caso nella Svezia meridionale. Nella fattispecie, siamo nella cittadina di Bromolla. Qui è venuta alla luce una storia inquietante e raccapricciante. Una donna di 59 anni, madre di tre giovani figlie di 32, 24 e 23 anni, le ha tenute segregate e rinchiuse nella propria casa per 10 lunghissimi anni.

Le tre sorelle sono state private dell’opportunità di vivere liberamente la loro vita ed è ormai passato troppo tempo dall’ultima volta che hanno potuto ammirare la luce del sole. Vivevano in condizioni a dir poco umilianti e la porta blindata impediva loro di uscire.

Un’agonia infinita, fermata soltanto da una persona anonima che, accortosi dell’orrore che si stava perpetrando, ha avvertito subito gli agenti di Polizia. Arrivati sul posto, l’aguzzina ha tentato inutilmente di scappare. I genitori non si possono scegliere. Da registrare, però, le parole del papà delle ragazze, il quale sostiene di averle sempre cercato invano in questi anni. Lo riporta un quotidiano svedese. Il mistero s’infittisce. Sul caso sono ancora in corso degli accertamenti.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento