Doveva essere un giorno di gioia e di divertimento per Amy Dawnson quello del suo matrimonio che, però, a causa del neo marito, si è trasformato in una notte di inferno.

Gavin Golightly, 29 anni, infatti, ha picchiato Amy, 22 anni, durante la prima notte di nozze, in quanto non era riuscito a sfilare l’abito nuziale che la giovane aveva indosso. I due sposini, dopo la celebrazione, si erano diretti in un hotel, dove poi si è consumata la violenza. L’uomo, infatti, ha iniziato a picchiarla violentemente per un motivo che, agli occhi di tutti noi, sarebbe estremamente futile. Amy, in merito, ha dichiarato: “Non riuscivo a sfilarmi l’abito da sposa e lui è andato su tutte le furie. Ho riportato ferite al volto e al collo, oltre ad un taglio al sopracciglio sinistro“.

L’uomo, in tribunale, si è difeso, affermando di aver picchiato la moglie sotto effetto di sostanze stupefacenti. Il giudice lo ha condannato a scontare 24 mesi di servizi sociali, con obbligo di sorveglianza e un’ordinanza restrittiva che gli vieta di avvicinarsi alla giovane moglie. Amy, dal canto suo, non è contenta della pena inflitta al marito dal giudice: “Per me è stata troppo leggera, ma la cosa importante è che stia lontano da me“. Intanto, la 22enne sta crescendo da sola il figlio avuto dall’uomo.

Cosa ne pensi? Lascia un commento