Voleva spendere di meno e avere un po’ di sconto sul capo di abbigliamento che voleva acqusitare. Per questo motivo, Elizabeth Outram, una ragazza di 30 anni, scambia i cartellini di due capi, uno costoso l’altro meno. Scoperto il suo “metodo” per pagare di meno, la ragazza si suicida per la vergogna provata.

La 30enne, infatti, voleva avva intenzione di comoprare una giacca, ma costava troppo per il suo portafolgio. Per questa ragione, pensa di scambiare i cartellini della giacca e di un altro capo per poter risparmiare direttamente alla cassa. La ragazza londinese aveva festeggiato il suo 30esimo compleanno in compagnia degli amici. La giovane donna soffriva di depressione e attacchi di ansia, ma pare che, negli ultimi tempi, stesse un po’ meglio.

L’equilibrio e la tranquillità raggiunti sono stati, però, spezzati da questo episodio che le ha stravolto la vita. La ragazza, infatti, è stata registrata dalle telecamere di sicurezza, posizionate all’interno del negozio, e il suo gesto è stato subito messo sotto l’occhio vigile dell’obiettivo, e di conseguenza, dei proprietari dello shop.

Prima di presentarsi in tribunale, il 14 agosto 2014, la ragazza tentò di togliersi la vita per l’onta provata, ma non ci riuscì. Il secondo tentativo, però, è stato fatale: Elizabeth si è impiccata nella sua abitazione.

Cosa ne pensi? Lascia un commento