Ha pubblicato su Facebook una foto molto tenera in compagnia della figlia di poche settimane. Poche ore dopo Matthew Warner è stato arrestato in California per aver ucciso la figlia che tanto stringeva nell’immagine postata sul popolare social network. Il corpicino della piccola è stato ritrovato in un furgoncino. L’uomo aveva simulato un rapimento.

La moglie dell’uomo non era in casa: era andata a lavorare a scuola, come ogni mattina, in quanto maestra d’asilo. Il rapporto tra i due, come racconta anche la nonna della piccola, non è stato sempre rose e fiori: infatti, la donna raccnta del passato burrascoso della coppia e di come Matthew sia stato violento in casa, arrivando anche a rompere degli oggetti nei momenti di rabbia. L’uomo ha abbandonato, dunque, la bimba nel furgone e l’ha fatta morire di fame.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento