Il suo volto è stato deturpato da alcuni furetti: questo il triste destino capitato alla piccola Skyy Isabelle Fraime. A un mese di vita, infatti, ha rischiato di perdere la vita, poiché tre furetti hanno tentato di mangiarla viva. La piccola ha iniziato a piangere dal forte dolore, ma nessuno l’ha sentita. I genitori, infatti, non erano con lei.Per la grave leggerezza dei suoi genitori, la neonata ha perso un quarto del viso: ci vorranno anni, affinché il suo visino possa ritrovare una forma e un aspetto decoroso, per così dire. Burnie Fraime e Jessica Benales hanno lasciato la piccola su un seggiolino, adagiato sul pavimento della sala da pranzo, al piano della della loro abitazione di Darby Borough, in Pennsylvania. Sono saliti, poi, al secondo piano: qui inizia la tragedia, con gli animali affamati, pronti a mangiare la bambina.I furetti erano, per i genitori, comuni animali domestici, tenuti come si fa di solito alla stregua di un gatto o di un cane. Questi sono usciti dalla gabbia nella quale erano tenuti e hanno iniziato ad azzannare la neonata sul naso e sulla bocca. I genitori non hanno sentito subito le grida di strazio della figlia e, solo dopo un forte pianto e urla, i due si sono accorti di cosa stesse accadendo, ma era troppo tardi: gli animali le avevano sbranato il 25% del viso. La bimba è stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale pediatrico di Philadelphia per le gravi ferite subite.

Inoltre, è stata sottoposta a un intervento chiurgico d’urgenza: le sue condizioni sno stabili, ma è stata attaccata a un respiratore artificiale, per le gravi lesione subite al nasino. Diversi dovranno essere gli interventi chiurgici che dovrà subire Skyy per ricostruire la parte del volto deturpata. Come ha dichiarato il capo della polizia di Darby, Robert Smythe, “Sono le ferite peggiori che abbia mai visto in quarantacinque anni di carriera […], a quella bambina mancava completamente la parte centrale della faccia. Il naso ero scomparso, e così anche parte della guancia e del labbro. Non riesco nemmeno a immaginare il dolore che abbia potuto provare”.

Dopo il grave incidente, i due genitori hanno perso la custodia dei propri figli (la coppia ne ha quattro in totale) e pare che stessero in crisi da diverso tempo. I bambini sono stati affidati al Child & Youth Services.

 

 

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento