Il sesso è parte integrante della vita degli uomini e delle donne. Al di là del piacere che può arrecare ad entrambi i partner, esso può rivelarsi anche una spiacevole situazione nella quale, la foga e l’eccitazione, possono far spazio a dolore e forte imbarazzo. L’uomo, infatti, può incorrere in una spiacevole frattura del pene. Ecco uno studio che rivela i rischi legati alle pratiche sessuali non tanto sicure per la salute del maschio.

SESSO, OCCHIO ALLE POSIZIONI

Uno studio condotto dall’Università di Campinas, pubblicato su Advances in Urology, afferma che una delle posizioni sessuali più banali può provocare la frattura del membro maschile, con le conseguenze che ne derivano per la salute dell’uomo. La più temibile delle posizioni, dunque, sarebbe la “posizione dell’Amazzone”, ossia lei sopra e lui sotto. Secondo questa ricerca, tale posizione erotica sarebbe quella che provoca il maggior numero di fratture al pene.

LA POSIZIONE DELL’AMAZZONE, I DATI DELLA RICERCA

Gli studiosi hanno rilevato che su 44 casi sottoposti ad analisi, il 50% dlle fratture del pene sono proovcate dalla posizione “classica” con la donna adagiata, per l’appunto, sull’uomo. La partner, infatti, non sempre assume una postura adeguata e, attraverso un movimento brusco per farsi forza durante l’atto copulatorio, mette a rischio la struttura fallica del proprio uomo, seppur involontariamente. Pertanto, la posizione dell’Amazzone è stata definita come la più pericolosa di tutte, proprio perché la donna riversa tutto il suo peso sull’organo riprodottivo maschile.

Cosa ne pensi? Lascia un commento